giovedì 5 dicembre 2013

5. Verso Betlemme



Cesare Augusto, l’imperatore di Roma che comandava anche in  Palestina, ordinò che si facesse un censimento per sapere quanti abitanti vivevano nell’impero romano.
Il censimento si svolgeva così: ognuno doveva andare a farsi registrare nel luogo d’origine della sua famiglia. Poiché Giuseppe era di discendente di Davide, e Davide era di Betlemme, dovette andare da Nazareth, dove abitava, a Betlemme. Giuseppe prese dunque un somarello, gli fece salire in groppa Maria, al sua sposa, che aspettava il bambino Gesù, e partirono





La chiesuola: simbolo di sentimento religioso 







Notte santa
Mamma, chi è che nella notte canta
questo canto divino?
Caro, è una mamma poveretta e santa che culla il suo bambino.
Mamma, m'è parso di sentire un suono
come di ciaramella...
Sono i pastori, mio piccino buono,
che van dietro alla stella....
Mamma, c'è un batter d'ali, un sussurrare
di voci intorno, intorno...
Sono gli angeli discesi ad annunziare
il benedetto giorno.
Mamma, il cielo si schiara e si scolora
come al levar del sole....
Splendono i cuor degli uomini: è l'aurora
del giorno dell'amore.
(Diego Valeri)

4 commenti:

  1. Un post più bello dell'altro. Belle anche le foto e gli abbinamenti, pieni di poesia. Ciao, Anna.

    RispondiElimina
  2. La chiesola è stupenda così come la poesia! Ti abbraccio Simona

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie, un grosso abbraccio anche a te. Tina

      Elimina

Grazie per essere state mie gradite ospiti. Mi farebbe piacere sapere cosa ve ne pare di quello che avete visto. E se vi è piaciuto..... ditelo alle amiche!
Thank you for being my kind guests. Your comment would be appreciated.